23 Giugno 2017
immagine di testa

news
percorso: Home > news > News Generiche

Una Casa della Salute per Castelfranco all´Orto di San Matteo, una vittoria del PD e dell´Amministrazione.

11-11-2016 17:38 - News Generiche
Progetto ipotesi Casa della Salute Orto di San Matteo
In arrivo 1,2 milione di euro per il nuovo edificio che sorgerà negli spazi dell´Orto di San Matteo con riconversione dell´immobile degli ex-macelli

Una nuova Casa della salute a Castelfranco di Sotto. E´ di questi giorni la notizia, così come annunciato dall´assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi, della concessione di 1,2 milione di euro per il nuovo edificio che sorgerà negli spazi dell´Orto di San Matteo con riconversione dell´immobile degli ex-macelli e la fine lavori previsti per inizio 2019. Un risultato importante e di grande valenza politica che premia la determinazione dell´amministrazione comunale e del Sindaco Gabriele Toti nonchè del PD castelfranchese che, in ogni sede istituzionale e politica, si sono battuti da inizio mandato affinchè anche la nostra comunità avesse uno spazio fisico dove collocare i servizi territoriali sociosanitari che eroghino prestazioni sanitarie, ivi compresi gli ambulatori dei medici di famiglia, prelievi, analisi, di Medicina Generale e Specialistica ambulatoriale e sociali capaci di rispondere alla esigenze dei nostri cittadini e all´altezza del nostro Comune che vede già presente, ad oggi, una Casa della Salute nella frazione del Galleno ed un´altra ad Orentano, nella sede della Croce Bianca P.A. Le previsioni iniziali dell´azienda sanitaria prevedevano una riqualificazione del cosidetto "palazzo di vetro" dell´odierno Distretto socio-sanitario di Viale 2 Giugno per 495mila euro, soluzione che non hai mai soddisfatto il PD di Castelfranco il quale ha sempre manifestato la sue perplessità in merito in ogni tavolo di riunione e di incontro per mezzo dei suoi rappresentanti istituzionali, proponendo soluzione alternative fin dall´inizio come quella dell´Orto di San Matteo come futura Cittadella della Salute e della Cultura con la Sala Danza Polifunzionale, i laboratori comunali e la scuola di musica.

L´accordo raggiunto e l´investimento, più che raddoppiato rispetto alle previsioni iniziali, permetteranno alla nostra comunità di dotarsi di una struttura socio-sanitaria all´altezza delle esigenze dei nostri cittadini e permette di avanzare alcune riflessioni:

Un investimento per il centro storico. Si vedrà realizzata una importante struttura di servizi a ridosso del centro storico all´interno di un più ampio progetto di riqualificazione che segue gli importanti lavori all´area commerciale e mercatale, che hanno permesso di installare colonnine elettriche e del gas per i banchi del mercato in Piazza XX Settembre, e di pavimentazione di Largo Carlo Alberto.

Riqualificazione dell´Orto di San Matteo. Si assegnerà finalmente una precisa destinazione ed identificazione all´area dell´Orto di San Matteo che negli ultimi anni era stata luogo di scontri tra residenti e fruitori della stessa nonchè di degrado degli ex macelli creando spesso conflittualità ed esasperazione tra i residenti. Fino ad oggi l´intera area poteva essere definita un "non-luogo" ovvero urbanisticamente parlando, un "luogo che non esiste", un luogo privo di un´identità, quindi un luogo anonimo, un luogo staccato da qualsiasi rapporto con il contorno sociale, con una tradizione, con una storia. Con questo importante investimento milionario, tutta l´area dell´Orto di San Matteo, insieme alla Palazzina Sala Danza, assumerà i contorni di un Polo dedicata alla salute, al benessere al tempo libero immerso nel verde capace di relazionarsi efficacemente con la farmacia comunale ivi presente e i servizi socio-sanitari già presenti ad oggi sopra la farmacia. Imprtante inoltre la grande dotazione infrastrutturale di parcheggi in via Solferino e davanti ex calzaturificio Lorbac nonchè la vicina piazza Ungaretti (la piazza davanti al cimitero comunale), con la quale verrà messa in comunicazione attraverso idonei vialetti pedonali e ciclabili.

Il recente accordo raggiunto, a valenza triennale (2016-2018) vuole garantire alla popolazione della Sds Valdarno Inferiore gli accessi al pronto soccorso dell´ospedale di Pontedera e la disponibilità di ricovero nello stesso presidio, qualora sia necessario un periodo di approfondimento diagnostico e di cura. L´accordo tra l´Azienda Usl Toscana Centro e l´Azienda Usl Nord Ovest Costa prevede, inoltre, di salvaguardare l´attività di ricovero programmata direttamente collegata con visite specialistiche. Permetterà ai nostri cittadini di rivolgersi alle strutture di Pontedera e Pisa per ogni ricovero ospedaliero, day hospital, prestazioni specialistiche e perfino per la prenotazione delle visite tramite il Cup. Un risultato importante ed inimmaginabile fino a poco tempo fa che soddisfa pienamente le nostre richieste riconoscendo pertanto quanto sostenuto dall´amministrazione comunale e dal Pd Castelfranco di una maggiore attenzione delle zone di confine periferiche.

Alla luce dei risultati raggiunti, degli investimenti previsti sul territorio e degli accordi territoriali che saranno sottoscritti tra Asl Toscana Centro e Asl Toscana Nord Ovest-Costa che garantiranno libera scelta ai nostri cittadini sui servizi di entrambe le aziende sanitarie, il Pd Castelfranco di Sotto esprime "la propria soddisfazione e ringrazia i consiglieri regionali Nardini, Pieroni e Mazzeo; l´amministrazione comunale ed in particolare il sindaco Gabriele Toti che ha saputo raggiungere con determinazione importanti traguardi per la nostra comunità; impegna la giunta comunale e tutto il gruppo consiliare ad adoperarsi affinchè vengano rispettati gli impegni sottoscritti ed i tempi di esecuzione".


Fonte: PD Unione Comunale di Castelfranco

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]